Archivio mensile: giugno 2015

Dimmi che seno hai e ti dirò chi sei

È davvero possibile che dalla forma del seno di una ragazza se ne possa comprendere la personalità? Sembra proprio di sì.

Nei secoli in molti si sono cimentati in questa tutt’altro che spiacevole ricerca, che affonda le sue radici nell’arte divinatoria della sternomanzia. Nel 18° secolo la sternomanzia raggiunge in suo periodo d’oro in Spagna, quando i divinatori dichiarano di poter leggere il futuro osservando le linee e la forma del petto umani; a quanto sembra, i vaticini più precisi si hanno col seno femminile, che può essere studiato in un’ottica – passatemi il termine – più tridimensionale di quella maschile. Dai futuri matrimoni alle guerre imminenti, niente sfugge all’occhio sempre attento dei divinatori. Negli anni la tecnica si è affinata, e numerosi psicologi, sessuologi e senologi si sono sentiti il dovere di dire la loro.

Ovviamente i loro studi lasciano un po’ il tempo che trovano.

 

Tiny Boobs Giant Tits History

 

I due più grandi esperti nella correlazione tra seno e personalità femminili sono l’italiano Piero Lorenzoni, autore del libro Di che seno sei? – Come catalogare le donne e riconoscerne il carattere dalla forma del seno ed il giapponese Mitsugu Shiga, autore di Marugoto Wakaru Onna no Ecchi (Tutto quello che volevate sapere sul sesso femminile) con 40 anni di ricerche alle spalle. Ecco le loro conclusioni.

 

Type of Boobs

 

Seno molto grande (a melone)

Una ragazza dal seno esplosivo ama il cibo e adora essere ammirata. Ha un atteggiamento positivo nei confronti della vita ed è molto legata al partner; non ammette di essere tradita. È abituata a lavorare sodo e a raggiungere grandi risultati, ma non riesce ad eccellere.

 

Seno florido (a pompelmo)

Una ragazza con un seno florido, ma non eccessivo, risulta particolarmente erotica, ma non riesce a trovare il partner ideale. È una sognatrice.

 

Seno a pera

Una ragazza col seno piriforme è indipendente, intelligente ed ha una forte personalità. Ama con tutta sé stessa.

 

Seno a triangolo

Una ragazza con un seno così ha un animo ribelle e battagliero, pronto a difendere i più deboli.

 

Seno ad arancia

Una ragazza col seno grande poco meno di un’arancia è accattivante, adora conversare ed è affiatata in ogni tipo di rapporto.

 

Seno a limone

Una ragazza col seno a mo’ di limone possiede una grande autoironia. Ama una vita senza sorprese, in cui tutto può essere progettato.

 

Seno piccolo (a ciliegia)

Una ragazza col seno piccolo si dimostra divertente ed intelligente. Nobile d’animo, è sempre sincera con tutti.

 

Piccola curiosità: nel mondo le donne col seno più florido si trovano in Russia, mentre quelle col seno più piccolo in Giappone. In Italia siamo nella media.

 

Breast size map

Mappa della grandezza del seno nel mondo

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Il fantasma dell’autostrada di Santa Fe

I fantasmi, lo sappiamo tutti, adorano infestare le case. O ancor meglio, qualche castello decadente della brughiera inglese. La storia di oggi, invece, prende spunto da un fatto di cronaca di qualche giorno fa, e si svolge nell’assolata Argentina, nei pressi di Peaje.

 

Fantasma di Santa Fe

 

I casellanti del tratto autostradale tra Santa Fe e Rosario (Argentina) si sono rivolti al proprio sindacato per evitare di essere assegnati al turno di notte. Il motivo di tanta reticenza è un fantasma che quasi ogni notte attraversa l’autostrada, seminando il panico tra gli automobilisti.

Abbiamo ricevuto numerose richieste di dipendenti che si rifiutano di essere assegnati al turno di notte, sono terrorizzati da quello che potrebbero vedere o sentire. – Gabriel Berardo, vice segretario del sindacato SUTRACOVI di Santa Fe

Al chilometro 17 dell’autostrada Rosario- Santa Fe, sul ponte che si affaccia sul vicino cimitero di San Lorenzo, in molti sono pronti a giurare di aver scorto una donna che vaga lungo il marciapiede. L’apparizione si palesa di notte, e spesso il fantasma attraversa il tratto da un capo all’altro, accompagnato da strani rumori, come di catene trascinate, e le porte delle cabine dei caselli si chiudono da sole.

 

 

A sostegno di queste apparizioni ci sono molte testimonianze, ma anche altrettante contro.

Stavo arrivando da Rosario e mentre imboccavo l’accesso di San Lorenzo ho visto una persona che agitava le braccia e saltellava, come se stesse chiedendo aiuto. Era in piedi sul marciapiede ed indicava un punto che emanava una luce fortissima. Pensavo fosse qualcosa che aveva preso fuoco. Ho rallentato e mi sono fermato pochi metri dopo, per capire cosa fosse successo e dare una mano. Appena sono sceso dall’auto, tutto era svanito nel nulla, sia la luce che quella persona. – Testimonianza raccolta dal sito web Infobae

Una volta ero in macchina, era mattina presto e faceva particolarmente freddo. Ero al chilometro 11 o giù di lì, all’altezza del ponte Fray Luis Beltrán, quando all’improvviso ho visto nello specchietto retrovisore una persona che mi rincorreva. Era impossibile, stavo andando a più di 100 all’ora. Una luce mi abbagliò e mi superò, perdendosi nella notte. – Testimonianza raccolta dal sito web Rosario 3

Sebbene su molti siti, argentini e non, il fantasma viene dato come un fatto certo, è lo stesso Gabriel Berardo che, nonostante ammetta le numerose segnalazioni da parte degli automobilisti, smentisce qualsiasi denuncia ufficiale da parte dei lavoratori. Fa inoltre notare che anche nelle dichiarazioni su internet, praticamente alla fonte, c’è qualcosa che non torna.

La presunta foto pubblicata non corrisponde [a quanto scritto sul web] perché è stata scattata al chilometro 13, e non al 16. – Gabriel Berardo, vice segretario del sindacato SUTRACOVI di Santa Fe al sito web La Capital

Sta a voi decidere a chi e cosa credere anche se, secondo noi, si tratta di una bufala bella e buona.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

UFO – Strane luci nei cieli di Napoli

La Campania sta saltando alla ribalta tra gli studiosi di alieni perché negli ultimi giorni si sono susseguiti numerosi interessanti avvistamenti.

Tutto comincia nella prima settimana di giugno, quando viene immortalata una strana luce chiaramente visibile dal porto di Torre del Greco. L’oggetto, davvero enorme, sembra muoversi nel cielo notturno mentre si avvicina lentamente alla Luna.

 

 

Qualche giorno dopo a Giugliano in Campania, sempre in provincia di Napoli, vengono riprese delle luci verdi particolarmente luminose. L’evento è stato catturato da diversi cellulari e da qualche videocamera di sorveglianza. Nelle sere successive, rivelano i testimoni, altre luci gialle e rosse si sono alternate nel buio della notte.

Non riesco a credere a quello che vedo, io non sono solito credere a niente ma quello che sta succedendo qui non me lo riesco a spiegare. – Una donna testimone dell’avvistamento

 

 

La sera del 3 maggio, da Scafati (Salerno) nel cielo terso molte persone scorgono un UFO di grosse dimensioni, che volteggia indisturbato avvicinandosi lentamente al suolo. L’oggetto emette una luce abbagliante, di luminosità crescente. Di colpo, così come è apparso, si è come dissolto nel nulla.

 

UFO a Scafati

 

Potrebbe trattarsi dello stesso UFO che solo due giorni fa, il 16 giugno, una ragazza di Montecorvino Rovella (Salerno) ha immortalato con la fotocamera del cellulare. La giovane si trova nel Parco del Sole della città picentina, quando un oggetto le appare seminascosto tra le nuvole. Riesce fortunatamente a scattargli una foto, che mostra inequivocabilmente, ed in maniera abbastanza nitida, un disco volante.

 

Ufo a Montecorvino Rovella

 

Napoli e la Campania non sono nuovi a questo tipo di avvistamenti, ma in questi cieli burrascosi di fine primavera, sembrano diventate un vero e proprio crocevia di oggetti volanti non identificati. Che siano alieni o semplici luci, sta a voi deciderlo.

 

Segnalazione inviata da Mimmo.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Se potessi scegliere uno solo di questi superpoteri, quale sceglieresti?

Di supereroi invincibili ne abbiamo visti a migliaia, con poteri che vanno oltre ogni immaginazione. Ma se poteste scegliere un superpotere, che vi rendesse unici nel vostro genere, quale scegliereste?

Eccovi una lista di 24 abilità sovrannaturali, che vanno dalla piromanzia all’invisibilità: fateci sapere la vostra scelta!

 

 

Supervelocità

Permette di raggiungere la velocità Mach 10, ma il corpo soffre della pressione generata.

 

Figlio di Babilonia

Permette di comprendere qualsiasi linguaggio di natura organica, ma non di natura elettronica.

 

Metabolismo accelerato

Le ferite si rimarginano in pochi secondi, ma questo processo consuma energia.

 

Agilità innata

L’agilità innata permette di reagire con frazioni di millesimi di secondo a qualsiasi evento, ma non dona la stessa flessibilità mentale.

 

Forza sovrumana

Consente di sviluppare la muscolatura in maniera impensabile, dando la forza per sradicare un albero dal suolo con una mano, ma rende comunque vulnerabili a diversi tipi di attacchi.

 

Fortuna sfacciata

Tutto ciò che ci accade intorno ha un’alta probabilità di ricadere a nostro vantaggio, ma potrebbe arrecare danno agli altri.

 

Carisma

La capacità innata di convincere le persone a fare ciò che si vuole, nel bene e nel male, ma manipolare le folle potrebbe ritorcersi contro.

 

Ematofagia

Nutrirsi di sangue umano consente di rigenerare la salute perduta, e di non invecchiare mai. Ad ogni pasto la fame si sazia sempre più difficilmente, costringendo ben presto ad uccidere le prede.

 

Necromanzia

La capacità innata di risvegliare i morti dal loro sonno eterno. Concede l’immortalità, ma il processo della resurrezione può lasciare ferite psicologiche nei risvegliati.

 

Invisibilità

Passare completamente inosservati allo sguardo. Si può però essere identificati con altre tecniche.

 

Invulnerabilità

Per quanti colpi si abbiano preso, si resterà sempre in piedi. La stanchezza, comunque, prima o poi si farà sentire.

 

Piromanzia

Plasmare il fuoco secondo la propria volontà. C’è bisogno che nelle vicinanze vi siano gli elementi base per alimentare una fiamma.

 

Cronomanzia

La capacità di piegare il tempo, viaggiando nel passato e nel futuro. Concede l’immortalità, ma condanna ad un’esistenza in cui tutte le persone care prima o poi moriranno.

 

Visione a raggi X

Permette di vedere oltre qualsiasi cosa, ma un abuso può portare anche alla cecità.

 

Onniscenza

La conoscenza del tutto, non permette di sapere come sviluppare altri poteri sovrannaturali.

 

Idromanzia

Essere i padroni incontrastati dell’acqua, e modificarla a proprio piacimento. C’è bisogno di acqua allo stato liquido nelle immediate vicinanze.

 

Telepatia

Leggere nella mente delle persone, ma non essere in grado di manipolarle.

 

Telecinesi

La capacità di spostare gli oggetti col pensiero, ma oggetti pesanti non possono essere manipolati.

 

Precognizione

Essere a conoscenza di un evento che accadrà a breve. La visione del futuro è limitata a 10 anni.

 

Teletrasporto

Teletrasportarsi in un batter di ciglia funziona sia a brevi che lunghe distanze. È necessario essere già stati nel luogo scelto come destinazione.

 

Volo

Volare, senza limiti di spazio o altezza. Ovviamente il proprio corpo rimane soggetto alle leggi fisiche e andrà incontro a stress ogni volta che si volerà.

 

Tecnofilia

La capacità di interpretare qualsiasi linguaggio macchina, ma nessun linguaggio organico.

 

Criomanzia

La capacità di congelare qualsiasi cosa col tocco delle mani, ma non quando la temperatura dell’oggetto supera i 100°C.

 

Soldi infiniti

Nessun problema pecuniario, mai più. Gestire un patrimonio così grande può divenire un problema insormontabile.

 

Superpoteri

 


 

Se potessi scegliere uno solo di questi superpoteri, quale sceglieresti?

Mostra i risultati

Loading ... Loading ...
La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

D&R: Perché in India le mucche sono sacre?

Se pensiamo all’India, è impossibile non immaginare strade stracolme di gente in bicicletta o su autobus scassati che aggirano agilmente la moltitudine di mucche che gironzolano beate nel caos metropolitano.

In India, giusto per dare un’idea, ci sono oltre trenta milioni di mucche; sono considerate sacre, e a nessun Indiano degno di questo nome verrebbe mai in mente, anche se afflitto dalla fame più atroce, di ucciderne una per cibarsi. In Hindi questo simpatico ruminante è chiamato Gaumata (La Madre Vacca o La Mamma che nutre) che idealmente nutre il mondo col proprio latte.

 

Mucche sacre in India

 

Le origini di questa venerazione si ritrovano nel Mahābhārata (महाभारतLa Grande Storia di Bhārata), testo sacro tra i più importanti della religione induista.

Un re di nome Vena era così malvagio che i saggi dovettero ucciderlo. Siccome era senza eredi, i saggi gli strizzarono il polso destro e nacque Prithu. Anni dopo ci fu una grande carestia e il re Prithu armato di arco e frecce costrinse la terra a nutrire il suo popolo. La terra prese le sembianze della vacca e lo implorò di risparmiarla, in cambio del latte con cui poteva sfamare tutto il suo popolo. E da allora la vacca si munge, ma non si uccide.

Tra i vari esempi di mucche sacre c’è sicuramente la madre di tutte le vacche, Kamadhenu (कामधेनु). Secondo l’induismo, quando gli dei ed i demoni frullarono l’oceano di latte alla ricerca del nettare dell’immortalità, Kamadhenu saltò fuori dalle bianche onde donando all’umanità cinque sacri prodotti: latte, yogurt, ghee (un burro indiano), urina (che viene venduta in India sotto il nome di Gau Jal) e letame, tutti in grado di purificare l’anima e alleviare le ferite del corpo. Il loro insieme è definito Panchagavya, una sorta di panacea contro ogni male.

 

Mucche sacre in India

 

La costituzione dell’India protegge i bovini, vietandone la macellazione e la vendita delle carni, ciò però non è valido in tutto lo stato, dove si va dalle multe alla carcerazione o al non estendere questa protezione a bufali e tori. Molte delle mucche in giro per il Paese orientale non godono di buona salute: l’essere lasciate in pace significa anche essere abbandonate a sé stesse, così molti ruminanti sono costretti a mangiare spazzatura o i manifesti attaccati ai muri cittadini. Fortunatamente esistono molti ricoveri per mucche, che possono ospitare, come nel caso di Mataji Gaushala, oltre 20.000 bovini.

 

Domanda inviata da Anna Rita T.


Hai anche tu una domanda a cui non sai dare risposta? Inviacela e potresti vederla pubblicata sul sito!

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Puella Magi Madoka Magica

Cosa siamo disposti a perdere per veder realizzato il nostro più grande desiderio? La libertà, le amicizie, l’amore o anche la nostra stessa vita, valgono il prezzo di un miracolo?
Puella Magi Madoka Magica (魔法少女まどか☆マギカ) è un anime del 2011 prodotto da Shaft e Aniplex, magistralmente scritto dal Magica Quartet (pseudonimo di Akiyuki Shinbō, Gen Urobuchi, Ume Aoki e lo studio Shaft) e diretto da Akiyuki Shinbō. Mahō shōjo Madoka Magika racconta la storia di cinque ragazze che, per vedere realizzati i loro più grandi desideri, accettano di stipulare un contratto con una strana creatura di nome Kyubey, che le spingerà a divenire delle maghe guerriere in lotta contro le grottesche streghe che infestano segretamente il nostro mondo. Le streghe vivono solo per portare disperazione e morte tra gli umani: è compito delle maghe fermarle, con qualsiasi mezzo, finchè la pace non prevarrà.
Detta così la storia sembra essere il classico cliché anime che tante (troppe) volte abbiamo visto passare in televisione. Il tipico gruppetto di ragazzine con poteri magici che combatte il male, trasformazioni in cui le avventi fanciulle svolazzano seminude in un caleidoscopio di colori, personaggi stereotipati e nemici sempre più forti ma mai abbastanza per sconfiggere la giustizia (state pensando a Sailor Moon, dite la verità).
Scordatevi tutto quello che ho appena scritto: Puella Magi Madoka Magica è un capolavoro, sotto tutti i punti di vista.

 

Puella Magi Madoka Magica
Grafica curata fin nei minimi particolari che sembra uscita dalla mente malata di un artista maledetto, una storia che si vive sulla propria pelle, personaggi che si evolvono con il racconto, e che si dimostrano reali sia nelle azioni che nel pensiero: Puella Magi si dimostra una pietra miliare dell’animazione made in Japan, e lo fa in solo dodici episodi.
Le prime due puntate scorrono via senza pensieri, e ci sembra di essere – quanto ci sbagliamo! – di fronte alla solita storia zuccherosa fatta di magia e tanta bontà. Ma è solo un pretesto per prenderci alla sprovvista: dalla terza in poi, sprofondiamo in una spirale di emozioni al cardiopalma, affrontando temi come la sofferenza ed il senso del sacrificio, annegando nell’oceano di colori sgargianti e penombre scure, accompagnati dal senso di morte opprimente che trasuda ad ogni scontro. Puella Magi Madoka Magica, in questo senso, è un vero pugno nello stomaco, che ci lascia senza parole.

Se ci ripenso, in quel momento io non avevo ancora ben capito il significato di un miracolo, e il prezzo da pagare. – Sayaka

Come ci lascerà senza parole il racconto, poetico e grottesco allo stesso tempo, lasciandoci a fissare lo schermo attoniti di fronte ai continui ed inaspettati colpi di scena, che comprendono anche fantastiche rivisitazioni dei paradossi temporali che ricorderanno, nelle parti finali, complessità paragonabili solo al celeberrimo videogame Bioshock Infinite. Per comprendere appieno il tutto sono stati sviluppati tre film: i primi due rappresentano in pratica il copia-incolla degli episodi della serie regolare, mentre il terzo, Puella Magi Madoka Magica – Parte 3 – La storia della ribellione, conclude nel migliore dei modi una delle trame più belle ed affascinanti di sempre.

 

Puella Magi Madoka Magica

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l’abisso vorrà guardare dentro di te.

Friedrich Wilhelm Nietzsche.

Filosofo, poeta, compositore e filologo, 1844/1900.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Sensabaugh Tunnel

Nel mondo esistono molti luoghi che spaventano gli incauti viaggiatori, e tra questi merita certamente una menzione il tunnel di Sensabaugh. Omicidi, riti satanici ed apparizioni spettrali sono solo alcuni degli eventi descritti da centinaia di internauti che hanno osato avvicinarvisi. Sensabaugh Tunnel è un luogo fuori dal mondo, in cui le automobili si spengono di colpo, e risuona agghiacciante l’urlo di una donna intrappolata nel buio per l’eternità.

 

 

A ridosso della Big Elm Road di Kingsport, USA, Sensabaugh Tunnel si staglia poco distante da una grande costruzione chiamata Rotherwood Mansion. Costruito intorno al 1920, ad oggi è solo lo spettro della solida costruzione che fu: le mura interne sono imbrattate da una moltitudine di graffiti, ed il cemento è crepato in molti punti. Il tunnel non appartiene ad un’arteria cittadina importante, così solo gli abitanti del luogo lo attraversano. Anche perché, diversi anni fa, nel suo freddo abbraccio ha avuto luogo un omicidio.

Girano molte storie sulla vera natura del delitto. Ed in ognuna c’è un bambino. La più famosa è quella che segue.

Un senzatetto, sfiancato dalla fame e dalla fatica, chiede asilo bussando alla porta della famiglia Sensabaugh, che abita nella zona del tunnel. I Sensabaugh sono persone dal cuore gentile, ed accolgono in casa il poveretto, offrendogli cibo ed un letto caldo dove passare la notte. L’uomo, però, non si accontenta, e nottetempo cerca di rubare dei preziosi gioielli che appartengono alla proprietaria. Il signor Edward Sensabaugh, svegliatosi di soprassalto, afferra la sua pistola e la punta contro il malvivente, che lesto afferra dalla culla il bambino appena nato della coppia. Col cuore in gola, Edward non può far altro che lasciar scappar via il ladro, che usa il figlio come scudo umano. Il senzatetto, al sicuro nel tunnel, abbandona il bambino nel torrente che scorre lungo la struttura, condannandolo a morte certa, e si dilegua nella nebbia.

Altre versioni della storia narrano che i Sensabaugh vivono beati vicino al tunnel, finché un giorno Edward, in un raptus di follia, stermina la famiglia e ne getta i corpi nel torrente. Un’ultima versione racconta di una ragazza incinta rapita ed uccisa nel tunnel.

Si dice che il bambino morto infesti il tunnel, e che spaventi ancora oggi le coppiette che cercano un posto sicuro in cui appartarsi. In molti giurano di aver intravisto il signor Sensabaugh avvicinarsi con passi pesanti nello specchietto retrovisore delle proprie auto. Nessuno si è fermato ad aspettarlo.

Negli anni si sono avvicendati molti avventurieri pronti a sfidare i fantasmi del Sensabaugh Tunnel. Tra questi, gli esperti della Southern States Paranormal Research Society hanno concluso che l’attività paranormale è pressoché nulla. In aggiunta a ciò, hanno avanzato una curiosa ipotesi riguardo i suoni agghiaccianti provenienti dalla struttura: negli anni ’40 Edward Sensabaugh è il legittimo proprietario del tunnel, che viene puntualmente imbrattato dagli adolescenti del circondario. Ora, stando a quanto spiega la SSPRS, Edward è un ottimo imitatore di animali, e si nasconde alla fine del tunnel intonando litanie ferali per far fuggire i fastidiosi ospiti dalla sua proprietà. Negli anni le storie di animali spaventosi si sarebbero succedute, portando la gente a credere più al fantasma di un bambino morto che ad un semplice padrone di casa in vena di scherzi.

A sostegno della falsità del mito del Sensabaugh Tunnel ci sono anche numerose testimonianze di persone che abitano nei suoi pressi, e che vi transitano praticamente ogni giorno.

Vivo a Kingsport, Tennessee, a cinque minuti dal Tunnel. Non è mai successo niente. Io ed i miei amici ci siamo passati forse un migliaio di volte e non è mai accaduto niente di insolito. Mi sarebbe piaciuto, ma sfortunatamente non è successo. – orthotricycle

Ma se è tutto falso, come spiegare la moltitudine di autisti terrorizzati che scappano via dal tunnel in preda al panico? Autosuggestione, probabilmente.

Probabilmente.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: