Categoria: Cortometraggi

Film di 30 minuti, o anche meno, che non hanno niente da invidiare ai colossal hollywoodiani.

Checkpoint di Ben Phelps

  • Checkpoint di Ben Phelps
    Media: 5 | Voti: 7
  • Ben Phelps

    Un padre di famiglia libanese viene intimato dai militari a fermarsi ad un checkpoint nel bel mezzo dell’outback australiano. E quello che sembrava un banale controllo diviene ben presto un gioco degli orrori.

    Checkpoint è il pluripremiato cortometraggio del regista australiano Ben Phelps e del produttore Tim Kreibig, con la partecipazione di Rodney Afif, Kate Raison, Christian Willis, Alex Dimitriades, Brett StillerCasey Burgess.

    Se volete godervi appieno il film, qui sotto trovate la versione originale.

     

     

    Se invece avete poca dimestichezza con la lingua inglese, eccovi il cortometraggio con sottotitoli in italiano grazie alla traduzione di Matteo Curti dal suo programma Lorem Ipsum, dal minuto 3:50.

     

    Di più

    Cargo [STREAMING]

  • Cargo [STREAMING]
    Media: 5 | Voti: 8
  • Qual è la cosa più preziosa di tutte quando sei un uomo, un padre, in una terra invasa dai morti viventi? Quanto sei disposto a perdere per salvare la vita di tuo figlio? Benvenuti in Cargo.

    Cargo è un cortometraggio del 2013 finalista del Tropfest, festival dedicato alle produzioni indipendenti che non superano i 20 minuti di video. Diretto da Ben HowlingYolanda Ramke, e scritto da quest’ultima, Cargo narra la storia di un padre e di suo figlio appena nato, negli Stati Uniti spazzati via dall’apocalisse zombie. Dopo la drammatica perdita della moglie, l’uomo è costretto a viaggiare di città in città, alla disperata ricerca di un rifugio sicuro dove stabilirsi e, sopratutto, di un futuro per il suo bambino. Scoprirà presto che l’amore può andare ben oltre la morte.

    Buona visione.

     

    Di più

    Bloody Cuts [STREAMING]

  • Bloody Cuts [STREAMING]
    Media: 5 | Voti: 2
  • Bloody Cuts è un’antologia di cortometraggi horror creati dagli inglesi Ben Franklin e Anthony Melton, disponibili gratuitamente per la visione online.

    Dopo una campagna fallimentare su Indiegogo, che ha raccolto solo $ 2.650 dei 20.000 richiesti, i due hanno girato otto dei tredici film inizialmente progettati. Nonostante il bassissimo budget a disposizione, le loro opere sono piccole perle nel panorama delle webseries, spaziando dalle filastrocche gotiche di Suckablood ai ritmi sincopati di Don’t Move.

    Nella playlist che segue sono compresi tutti gli otto episodi finora pubblicati. Buona visione.

     

    Di più

    Lights Out

  • Lights Out
    Media: 5 | Voti: 2
  • Chi ha paura del buio?

    Lights Out è un cortometraggio del regista David F. Sandberg, vincitore del Best Short al Bilbao Fantasy Film Festival 2014. La storia è molto semplice, narrata in meno di tre minuti: una donna si prepara ad andare a letto, come ogni sera, ma nel buio qualcuno la osserva.

    Tenete la lucina accesa stanotte.

     

    Di più

    Horror Movie

  • Horror Movie
    Media: 5 | Voti: 1
  • Il canale YouTube PORTAL PARTY, aperto da Aaron Maurer, Dylan Dawson ed Eric Clem, ha lo scopo di realizzare cortometraggi parodia dei più grandi filoni del cinema lasciando interpretare i film dalle copertine dei film stessi. Il risultato è davvero strano, ma allo stesso tempo molto ingegnoso. La quinta puntata è dedicata ai film horror, e regala qualche perla davvero di ottimo gusto. Buona visione con Horror Movie!

     

    Di più

    This Way Up

  • This Way Up
    Media: 5 | Voti: 2
  • Padre e figlio, titolari di un’agenzia di pompe funebri, vengono contattati per seppellire una simpatica vecchietta da poco deceduta, ma nel portare la tomba a destinazione incapperanno in una serie di situazioni una più paradossale dell’altra. This way up è il pluripremiato cortometraggio di Alan Smith e Adam Foulkes, candidato agli Oscar 2009 come miglior corto di animazione, fatto di tinte opache, disegni pennellati e tanto umorismo nero.

     

    Di più

    Carn

  • Carn
    Media: 5 | Voti: 4
  • Senza andare a scomodare il lupo cattivo di Cappuccetto Rosso, i lupi hanno sempre destato profonda ammirazione e timore negli esseri umani. La leggiadria dei movimenti si scontra con una ferocia che da sempre affascina. Per millenni li abbiamo cacciati per paura, perché guardandoli negli occhi scoprivamo quanto può essere labile la linea tra l’umano intelletto ed il fascino ferale del richiamo del sangue.

    “Carn”, corto del francese Jeff Le Bars, ci presenta in poco più di 5 minuti di video una potenza narrativa che riesce a strappare più di un’emozione nello spettatore. Tutto di questo piccolo capolavoro risplende: visivamente molto carico, con contrasti cromatici ricercati e scenari e personaggi disegnati in maniera pulita, semplice; un audio che toglie davvero il fiato, grazie anche alla povertà dei dialoghi tra i protagonisti; ma sopratutto a colpire è il finale. Un finale che si intuisce, perché tu spettatore sai cosa succederà, lo capisci e ti aggrappi con tutte le tue forze alla speranza che l’inevitabile non accada. Oppure faremo il tifo per il mostro, perdendo la nostra umanità, abbandonandoci a quella che è la nostra vera natura, sussurrando in cuor nostro che ciò che accade al protagonista bambino è giusto. E se ci aggrappassimo forte a questo pensiero, così poco umano, così innaturale, forse, e dico forse, capiremmo quando finisce l’uomo, e quando inizia il mostro.

    J’accepte.

     

    Di più