Il simpatico animaletto di oggi non è un gatto, bensì un crostaceo parassita.

E sì, le lingue le mangia davvero.

Il Cymothoa exigua è un tutt’altro che simpatico membro della famiglia dei Cymothoidae, conosciuto sopratutto col nome di “Tongue eating louse”, ovvero il pidocchio mangialingua. Questo parassita si fa spazio nei pesci attraverso le branchie, trovandosi un caldo ed umido alloggio alla base della lingua dell’ospite. Aderendo al muscolo con i suoi piccoli uncini, comincia a succhiarne via il sangue; ben presto l’organo va in necrosi, ed il Cymothoa gli si sostituisce completamente.

In tutti i sensi.

Il crostaceo diventa a tutti gli effetti la nuova lingua del pesce, svolgendone appieno tutte le funzioni, ed è così bravo che l’ospite non si accorge praticamente di nulla. Da quel momento parte del cibo, o del muco orale, verrà mangiato dal parassita. I pesci che vengono colpiti da questo parassita sono essenzialmente due: il Lutjanus guttatu, che vive al largo di Messico e Guatemala, e il Lutjanus peru, che nuota al largo di Messico e Perù.

Comunque non c’è da preoccuparsi; l’unico avvistamento al di fuori delle suddette coste è avvenuto nel 2005, in un mercato ittico inglese, e nessun caso di attacco ad essere umano è mai stato registrato.

Finora.

Bon Appétit!

Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid