Tutto è cominciato come gran parte dei profondi discorsi filosofici dei nostri tempi: davanti ad un boccale di birra. Un gruppo di amici comincia a parlare di organi genitali femminili, di come sono fatti e di come ne esistano tanti tipi diversi. I maschietti, ovviamente, hanno tutta l’aria di grandi intenditori, amanti navigati; un po’ come quelli che bevono un bicchiere di spumante a Natale e si atteggiano a grandi sommelier decantando le lodi del vino in scatola di turno. Il discorso si fa interessante, ma tra i ragazzi c’è n’è uno gay che preferisce prendere una penna e mettere la sua idea su carta. Che sembra tutto tranne che una vagina. Allora passa la penna al suo compagno, ma anche il suo risultato è lontano anni luce.

Nasce così Gay men draw vaginas (omosessuali disegnano vagine). Non è il fantasioso nome di un film porno a basso budget, bensì un progetto dei visionari Shannon O’Malley e Keith Wilson: chiedere ad uomini gay di abbozzare su carta gli organi sessuali femminili, e vedere quanto ci vanno vicino con la realtà.

Il sito dell’iniziativa si trova su Tumblr, ed i due amici hanno chiesto agli utenti gay di Instagram, Facebook e Twitter di inviare un disegno che rappresenti la loro idea di vagina che verrà poi inserita in un libro di 220 pagine finanziato volontariamente su Kickstarter: in principio la somma necessaria era stata calcolata in $ 37.000, ma ha superato ampiamente i $ 50.000, pertanto il libro verrà dato alle stampe molto presto.

Il risultato è davvero curioso: disegni bambineschi, elaborati, divertenti, macabri, fedeli alla realtà o totalmente sconclusionati, sopratutto per quelli che non sapevano proprio di che si parlasse. Quasi a voler dire: la vagina, questa sconosciuta.

Almeno per i gay.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid