I fantasmi, lo sappiamo tutti, adorano infestare le case. O ancor meglio, qualche castello decadente della brughiera inglese. La storia di oggi, invece, prende spunto da un fatto di cronaca di qualche giorno fa, e si svolge nell’assolata Argentina, nei pressi di Peaje.

 

 

I casellanti del tratto autostradale tra Santa Fe e Rosario (Argentina) si sono rivolti al proprio sindacato per evitare di essere assegnati al turno di notte. Il motivo di tanta reticenza è un fantasma che quasi ogni notte attraversa l’autostrada, seminando il panico tra gli automobilisti.

Abbiamo ricevuto numerose richieste di dipendenti che si rifiutano di essere assegnati al turno di notte, sono terrorizzati da quello che potrebbero vedere o sentire. – Gabriel Berardo, vice segretario del sindacato SUTRACOVI di Santa Fe

Al chilometro 17 dell’autostrada Rosario- Santa Fe, sul ponte che si affaccia sul vicino cimitero di San Lorenzo, in molti sono pronti a giurare di aver scorto una donna che vaga lungo il marciapiede. L’apparizione si palesa di notte, e spesso il fantasma attraversa il tratto da un capo all’altro, accompagnato da strani rumori, come di catene trascinate, e le porte delle cabine dei caselli si chiudono da sole.

 

 

A sostegno di queste apparizioni ci sono molte testimonianze, ma anche altrettante contro.

Stavo arrivando da Rosario e mentre imboccavo l’accesso di San Lorenzo ho visto una persona che agitava le braccia e saltellava, come se stesse chiedendo aiuto. Era in piedi sul marciapiede ed indicava un punto che emanava una luce fortissima. Pensavo fosse qualcosa che aveva preso fuoco. Ho rallentato e mi sono fermato pochi metri dopo, per capire cosa fosse successo e dare una mano. Appena sono sceso dall’auto, tutto era svanito nel nulla, sia la luce che quella persona. – Testimonianza raccolta dal sito web Infobae

Una volta ero in macchina, era mattina presto e faceva particolarmente freddo. Ero al chilometro 11 o giù di lì, all’altezza del ponte Fray Luis Beltrán, quando all’improvviso ho visto nello specchietto retrovisore una persona che mi rincorreva. Era impossibile, stavo andando a più di 100 all’ora. Una luce mi abbagliò e mi superò, perdendosi nella notte. – Testimonianza raccolta dal sito web Rosario 3

Sebbene su molti siti, argentini e non, il fantasma viene dato come un fatto certo, è lo stesso Gabriel Berardo che, nonostante ammetta le numerose segnalazioni da parte degli automobilisti, smentisce qualsiasi denuncia ufficiale da parte dei lavoratori. Fa inoltre notare che anche nelle dichiarazioni su internet, praticamente alla fonte, c’è qualcosa che non torna.

La presunta foto pubblicata non corrisponde [a quanto scritto sul web] perché è stata scattata al chilometro 13, e non al 16. – Gabriel Berardo, vice segretario del sindacato SUTRACOVI di Santa Fe al sito web La Capital

Sta a voi decidere a chi e cosa credere anche se, secondo noi, si tratta di una bufala bella e buona.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid