Esiste un orologio unico. Le sue lancette sono quasi sempre immobili, congelate anche per anni, due piccoli baffi neri su un grande quadrante pallido. Ma quando si muovono segnano  il destino del mondo, e preannunciano la distruzione della razza umana. Il suo nome è Doomsday Clock, l’orologio dell’apocalisse.

Creato nel 1947 dagli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists dell’Università di Chicago, USA, l’orologio dell’apocalisse in realtà non esiste, ma non per questo fa meno paura. Al momento della sua genesi, in piena guerra fredda, le lancette segnavano le 23:53, ovvero 7 minuti a mezzanotte. L’orologio viene spostato in avanti o all’indietro, a cadenza bimestrale, a seconda delle politiche internazionali e ad un reale rischio di guerra nucleare: se la lancetta dei minuti torna indietro nel tempo, significa che la situazione mondiale è migliorata e che il rischio di una catastrofe nucleare è più lontano; viceversa se ci si avvicina alla mezzanotte la possibilità di un conflitto nucleare diviene sempre più reale. Quando le sue lancette faranno scoccare la mezzanotte, l’umanità verrà spazzata via.

In più di 60 anni le lancette sono state spostate 20 volte, anche se i movimenti avrebbero potuto essere di più, dato che per guerre ed eventi che sono durati meno di due mesi spesso non è stato possibile manovrare l’orologio. Dal 2007, inoltre, le lancette vengono spostate anche in presenza di altri pericoli dell’umanità, come ad esempio carestie, pandemie o inquinamento.

 

La creazione

Nel 1947 viene pubblicato, ad opera degli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists, il primo numero di un periodico mensile che si impegna a sensibilizzare i governi mondiali sui rischi della corsa agli armamenti nucleari. Più di ogni parola, però, sono i simboli a restare nelle menti e nei cuori degli uomini: la creazione di un logo viene commissionato all’artista Martyl Langsdorf – moglie del ricercatore del Progetto Manhattan Alexander Langsdorf jr. – che sceglie, per l’appunto, un orologio, che verrà poi rivisitato in chiave più moderna nel 2007 dal designer Michael Bierut.

 

Le lancette

Ecco come l’orologio dell’apocalisse è cambiato negli anni.

Anno Countdown Orario  Differenza Motivazione
1947 7 23:53  –

Impostazione iniziale dell’orologio.

1949 3 23:57 +4

L’URSS effettua il suo primo test nucleare. Inizia la corsa agli armamenti.

1953 2 23:58 +1

Si sviluppa la bomba all’idrogeno, prima da parte degli USA e nove mesi dopo dall’URSS. Nell’ottobre 1952 un test termonucleare distrugge un atollo nell’Oceano Pacifico. È il periodo in cui l’orologio è stato più vicino alla mezzanotte.

1960 7 23:53 −5

L’opinione pubblica percepisce l’aumento di un pericolo nucleare. Le grandi potenze cercano, per la prima volta, un accordo diplomatico per non entrare in conflitto

1963 12 23:48 −5

Viene siglato il Partial Test Ban Treaty, il trattato sulla messa al bando dei test nucleari.

1968 7 23:53 +5

La guerra del Vietnam si intensifica, la regione mediorientale diventa instabile: conflitto India-Pakistan del 1965 (Kashmir) e guerra arabo-israeliana del 1967. Cina e Francia si dotano di armamenti nucleari.

1969 10 23:50 −3

Viene firmato il trattato di non proliferazione nucleare da molte nazioni del mondo. Non aderisconoIsraele, India e Pakistan.

1972 12 23:48 −2

Firmati i trattati SALT I ed il trattato anti missili balistici.

1974 9 23:51 +3

Primo test nucleare da parte dell’India (Smiling Buddha).

1980 7 23:53 +2

Si interrompono i colloqui diplomatici fra USA e URSS. Si rafforza l’idea che un armamento nucleare è indispensabile alla sicurezza nazionale.

1981 4 23:56 +3

L’URSS invade l’Afghanistan, gli USA boicottano i giochi olimpici di Mosca 1980. L’escalation della corsa alle armi e guerre in Afghanistan, Sud Africa e Polonia accrescono la tensione mondiale.

1984 3 23:57 +1

Il dialogo fra le due super-potenze si interrompe. L’URSS boicotta i giochi olimpici di Los Angeles 1984. Il presidente Reagan spinge per un riarmo nucleare definendo i sovietici “impero del male”.

1988 6 23:54 −3

Dialogo fra Ronald Reagan e Mihail Gorbačëv. USA e URSS firmano l’Intermediate-Range Nuclear Forces Treaty.

1990 10 23:50 −4

Cade il muro di Berlino. Alcune nazioni dell’Europa dell’est diventano indipendenti dall’URSS.

1991 17 23:43 −7

Viene firmato il trattato di riduzione delle armi strategiche. L’URSS viene sciolta, finisce la guerra fredda. È il periodo in cui le lancette hanno raggiunto la massima distanza dalla mezzanotte.

1995 14 23:46 +3

Iniziano i problemi politici e sociali nelle repubbliche che hanno ottenuto l’indipendenza dall’URSS. La spesa militare non si è ridotta dopo la guerra fredda. Il governo russo non riesce a garantire la sicurezza totale sugli armamenti nucleari, che potrebbero quindi finire sul mercato nero.

1998 9 23:51 +5

India e Pakistan effettuano test nucleari. USA e Russia mantengono 7000 testate nucleari pronte ad essere lanciate in 15 minuti.

2002 7 23:53 +2

C’è un piccolo progresso nel disarmo nucleare globale, ma gli Stati Uniti rifiutano una serie di trattati sul controllo delle armi e annunciano la loro intenzione di uscire dall’Anti-Ballistic Missile Treaty; più organizzazioni di terroristi tentano di acquistare armi nucleari, vi è il tristemente noto 11 settembre, con l’attentato al Pentagono e al World Trade Center di New York.

2007 5 23:55 +2

La Corea del Nord effettua test nucleari. La comunità internazionale teme che anche l’Iran possa dotarsi di armi nucleari. USA e Russia mantengono testate nucleari pronte per essere lanciate in pochi minuti. Per la prima volta fra le motivazioni non vengono citati solo pericoli derivati dal nucleare, ma anche daimutamenti climatici in atto nel nostro pianeta.

2010 6 23:54 −1

Si ravvisano accenni di collaborazione degli USA, della Russia, dell’Unione europea, dell’India, della Cina, del Brasile che testimoniano una crescente volontà politica di affrontare sia il terrore delle armi atomiche che il cambiamento climatico fuori controllo.

2012 5 23:55 +1

Il promesso controllo politico sulle riserve di armi nucleari viene a mancare, aumenta il potenziale globale di una probabile guerra nucleare, diminuisce la sicurezza sul nucleare, aumentano e si aggravano i cambiamenti climatici.

 

Attualmente l’orologio dell’apocalisse è fermo alle 23:55, esattamente a 5 minuti dal capolinea. Ed è bene ricordare che se e quando scoccherà la mezzanotte, sarà solo colpa nostra.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid