Ah, i bei vecchi tempi. Mi ricordo ancora quando quel panzone sudaticcio di Steve Ballmer se ne uscì con questa perla di saggezza:

Internet? Una moda passeggera. – Steve Ballmer, Microsoft

Steve è sempre stato uno con l’occhio lungo, ma quella volta prese una cantonata di dimensioni bibliche.

Internet negli anni si è evoluto, da semplice pagina del CERN di Ginevra a fitta rete di scambio di tutto ciò che è lo scibile umano. Pochi sanno che però il web è governato da 47 regole stilate nel 2012, più altre aggiunte in seguito, per rendere il cyberspazio un posto migliore. In realtà le leggi sono solo lo specchio di internet stesso: un potpourri di suggerimenti, tormentoni e frasi che mostrano, più di molte altre cose, cos’è il web. Ve le ho tradotte in italiano, e la spiegazione la trovate dopo.

Le 47 (+1) regole di internet

  1. Non parlare di /b/
  2. NON parlare di /b/
  3. Noi siamo Anonymous
  4. Anonymous è una legione
  5. Anonymous non perdona
  6. Anonymous può essere un orribile, insensato, mostro senza cuore
  7. Anonymous è ancora in grado di operare
  8. Non esistono delle vere regole sulla pubblicazione
  9. Non esistono delle vere regole sulla moderazione – godetevi il vostro ban
  10. Se ti piacciono dei siti rivali – SMETTILA
  11. Tutti i tuoi argomenti esposti con tanta cura possono essere facilmente ignorati
  12. Tutto ciò che dici può e verrà usato contro di te
  13. Tutto ciò che dici può essere trasformato in qualcos’altro – SICURO
  14. Non discutere con i troll – se lo fai hanno già vinto
  15. Più ti ci metterai impegno e più grande sarà il tuo fallimento
  16. Se fallisci in maniera epica, forse puoi farlo diventare un fallimento vincente
  17. Ogni vittoria alla fine è una sconfitta
  18. Tutto ciò che può essere etichettato può essere odiato
  19. Più li odi più diventeranno forti
  20. Niente va preso sul serio
  21. Ogni contenuto originale è tale solo per pochi secondi prima di diventare vecchio
  22. Il copypasta è stato creato per rovinare gli ultimi sprazzi di originalità
  23. Il copypasta è stato creato per rovinare gli ultimi sprazzi di originalità
  24. Ogni ripubblicazione è sempre la ripubblicazione di una ripubblicazione
  25. L’attinenza col tema principale decresce ad ogni post
  26. Qualsiasi argomento può essere facilmente trasformato in un altro completamente differente
  27. Chiedi sempre delle abitudini sessuali di una persona anche senza una ragione plausibile
  28. Chiedi sempre del genere sessuale – giusto in caso sia davvero un maschio
  29. In internet tutte le ragazze sono uomini e tutti i bambini sono agenti dell’FBI in incognito
  30. Non ci sono ragazze su internet
  31. Tette o GTFO – a te la scelta
  32. Devi avere delle immagini per provare ciò che affermi
  33. Incognito – non è mai troppo
  34. Se esiste c’è anche la versione porno, nessuna eccezione
  35. Se non trovi la versione porno, presto sarà fatta
  36. Ci sarà sempre più casino di quanto hai appena visto
  37. Non è possibile dividere per zero (ma solo perché l’ha detto la calcolatrice)
  38. Qui non esistono limiti – nemmeno il cielo
  39. IL CAPSLOCK È IL CRUISE CONTROL DELLA CALMA
  40. ANCHE COL CRUISE CONTROL CONTINUERAI A SBANDARE
  41. Desu non fa ridere. Davvero gente. È peggio delle barzellette su Chuck Norris.
  42. Nulla è sacro
  43. Più una cosa è bella e pura più sarà appagante corromperla
  44. Anche un solo commento su qualsiasi cosa giapponese può far di te un weeaboo
  45. Quando si avvista un leone, bisogna saltare in macchina
  46. C’è sempre una versione porno furry di qualsiasi cosa
  47. La piscina è sempre chiusa

Alle 47 regole se ne aggiunge di solito un’altra:

63. Per ogni personaggio maschile esiste una controparte femminile e viceversa

Spiegazioni

Non parlare di /b/

NON parlare di /b/

Sono riferite agli utenti di 4chan, a cui non è permesso di parlare della loro partecipazione al sito al di fuori dello stesso. Un po’ come capita in Fight Club:

Prima regola del Fight Club: non parlate mai del Fight Club. Seconda regola del Fight Club: non dovete parlare mai del Fight Club. – Tyler Durden

Noi siamo Anonymous

Anonymous è una legione

Anonymous non perdona

Anonymous può essere un orribile, insensato, mostro senza cuore

Anonymous è ancora in grado di operare

Anonymous è un gruppo di utenti che operano anche singolarmente mettendo in atto attacchi hacker solitamente verso i siti di organizzazioni governative, per la salvaguardia di internet e del mondo.

Non ci sono ragazze su internet

Tette o GTFO – a te la scelta

Internet è popolato per la maggioranza da uomini, sopratutto nei forum e nelle chat, dove le donne di solito sono vere e proprie mosche bianche. La seconda, per l’appunto, incita a chi si dichiara una ragazza a mostrare il seno per provarlo, o andare a f*nculo.

Devi avere delle immagini per provare ciò che affermi

È più o meno lo stesso concetto della regola precedente. A parlare sono tutti bravi, ci vogliono le prove di quello che si dice.

Se esiste c’è anche la versione porno, nessuna eccezione

Se non trovi la versione porno, presto sarà fatta

Queste sono certamente le regole più famose. Internet è fatto per la stragrande maggioranza di immagini porno, di tutti i generi e per tutti i gusti.

Il web è un posto strano. Tenete gli occhi aperti.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid