The Little Pink Backpack, anche conosciuta come The Lisa Diary (Il Diario di Lisa) è una storia inquietante di una piccola bambina dai capelli rossi e la sua grottesca amica immaginaria. Nata casualmente dalla matita di una ragazza di nome Sunny Schreiner, viene accreditata come reale su molti siti, primo fra tutti 4chan, garantendone un’eco impressionante; a leggere i commenti sono in molti ad essere rimasti impietriti di fronte a questo racconto che si sviluppa in solo undici immagini, disegnate e scritte con grafia fanciullesca, accrescendone l’orrore.

Online, i fan hanno soprannominato il racconto “Lo Zaino Rosa”. Quando ho iniziato a scrivere la storia, però, non era chiamato così, e in realtà non avevo intenzione di mostrarlo a nessuno. Un giorno mi guardavo in giro in un negozio, annoiata, quando mi sono imbattuta in questo quaderno che tutti noi abbiamo avuto alle elementari. Essendo una grande fan di cose oscure ed inquietanti, ho iniziato a pensare “Qual è la cosa più raccapricciante che potrei fare con questo?” Così l’ho comprato (insieme ad un pacchetto di 96 pastelli), l’ho portato a casa e sono andata a lavorare. In origine avevo intenzione di disegnare una serie di immagini tipo “gita con la famiglia” con un tocco malato (per esempio, con una foto dei genitori scattata fuori dal vialetto mentre il figlio brucia nella casa in fiamme con su scritto “vacanza in famiglia!”). Ma poi ho pensato che sarebbe stato un po’ troppo, così ho pensato ad una storia scritta come il diario di un bambino con un amico immaginario che sarà, per gli adulti, non così immaginario. – Sunny Schreiner, autrice di Little Pink Backpack

A voi la storia completa. E se avete figli che hanno amici immaginari, dategli un po’ più di attenzioni. Buona lettura.

 

Questa è Lisa. È mia amica. Mamma e papà non possono vederla così dicono che è solo un’amica immaginaria. Lisa è davvero una buona amica.

 

Oggi ho provato a piantare un fiore in giardino. Ho provato a piantarlo nel recinto della sabbia ma Lisa mi ha detto che lì riposa suo padre così l’ho messo in una tazza.

 

Lisa oggi è venuta con me a scuola. L’ho portata per mostrarla alla signora Monroe che si è arrabbiata perché non riusciva a vedere Lisa. Lisa è diventata triste così ha nascosto il cancellino.

 

Ieri c’è stata la mia festa di compleanno. Mamma ha comprato la pizza ma non è venuto nessuno. Lisa ha detto che sono venuti in veranda e se ne sono andati. Ma hanno lasciato i regali. Io ho ricevuto tre Barbie e qualche paio di scarpe e 5 dollari. Ho giocato con le Barbie con Lisa.

 

La signora Monroe oggi è assente. La supplente si chiama signora Digman. Lei è carina e dopo l’orario del diario ci ha lasciato mangiare uno snack. Vorrei che la signora Digman fosse la nostra maestra.

 

Oggi Jonnathin Parker mi ha rubato il portapenne. La signora Digman non l’ha trovato così mi ha dato i suoi pastelli. Anche LIsa è venuta a scuola ma la signora Digman non la riesce a vedere ma ha detto che crede che Lisa sia reale.

 

Ieri io e Lisa abbiamo fatto una lunga passeggiata fino a che non è spuntata la luna. Papino era molto arrabbiato e ha detto che Lisa è stupida e non esiste. Lisa è diventata triste ed è scomparsa. Oggi non è venuta a scuola ma la signora Digman ha detto che la signora Monroe non tornerà.

 

Ieri papino è stato tutto il giorno a lavoro. Non è venuto neanche a mangiare. Anche oggi lavora. Mamma mi ha fatto il budino per pranzo. Il budino è il mio preferito.

 

Mi manca Lisa. Papino è sempre al lavoro. Non è tornato neanche nel fine settimana. Mamma è arrabbiata con lui. Sto scrivendo una lettera a Lisa.

 

Cara Lisa, mi manchi. Per piacere torna da me. Mi dispiace per quello che ha detto papà. Sei la mia migliore amica.

 

Lisa ieri è tornata. Ha detto che le dispiace per essere andata via e io le ho detto che papà non vuole più tornare a casa. Lisa ha detto che lui e la signora Monroe dormono come il suo papà. Io spero che si risveglino presto.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid