Quella di oggi è una versione un po’ particolare di nascondino. Conoscete il gioco, no? Un bambino conta e tutti gli altri corrono a nascondersi, poi chi sta sotto va a cercarli. Se si viene scoperti si viene eliminati. Ma esiste un tipo di nascondino che si può giocare anche da soli. O quasi.

Ed in palio c’è la vostra vita.

Nascondino da soli (One-Man Hide and Seek oppure ひとりかくれんぼ) è una storia che narra le regole per partecipare all’omonimo gioco. Si dice che si basi su una storia vera, ben nota nella regione di Kansai (関西) in Giappone, pubblicata nel luglio 2007 su Mb2.jp. In molti su internet raccontano la loro esperienza con questo gioco, e mentre la maggior parte si dichiara delusa, alcuni giurano che il nascondino da soli non è affatto uno scherzo, e non va preso alla leggera. Le regole sono semplici, gli oggetti da raccogliere pochi, il terrore è puro.

Buon divertimento.

 

Orsetto Teddy pugnalato

 

Nascondino da soli

Benvenuti a Nascondino da soli!

Prima di iniziare, alcune regole:

  • non lasciate che il gioco duri più di due ore, dopo sarà quasi impossibile vincere;
  • dovete giocare quando siete i soli esseri umani presenti in casa;
  • quando vi nascondete restate in silenzio;
  • spegnete tutti gli apparecchi elettronici prima di cominciare;
  • non guardatevi mai alle spalle quando scappate e non addormentatevi per nessuna ragione al mondo.

Ecco quello che vi serve:

  • un peluche che abbia entrambe le gambe e le braccia;
  • riso (abbastanza per riempire il peluche);
  • qualcosa che provenga dal vostro corpo (un pezzo di unghia o un capello);
  • ago da cucito;
  • del filo rosso;
  • un coltello (o un tagliacarte, l’importante è che sia affilato);
  • una tazza di acqua salata.

Date un nome al vostro animale di pezza, che non sia il vostro stesso nome. Per comodità chiamiamolo Teddy. Apritelo in due col coltello e rimuovetene l’imbottitura, sostituendola col riso. Nascondete all’interno anche il tagliaunghie: i nuovi visceri del giocattolo dovranno essere ricuciti col filo rosso. Passate il filo rosso lungo tutto il tessuto reciso, più e più volte.

Ora, attendete le 3:00. Al terzo rintocco portate Teddy in bagno e poggiatelo sul bordo della vasca, mentre riempite quest’ultima per metà. Prendete il peluche e tenetelo con forza tra le mani, fissatelo nei suoi occhi vitrei ed urlate con quanto fiato avete in gola, per tre volte:

A questo giro io starò sotto!

Alla fine del terzo grido lanciate Teddy in acqua, uscite dal bagno e richiudetevi la porta alle spalle. Spegnete tutte le luci di casa. Potete lasciare la televisione accesa, ma solo su un canale statico. Ora trovate un muro che farà da tana, chiudetegli gli occhi e respirate profondamente, contante fino a 10, con calma, lentamente. Quando avete finito, aprite gli occhi ed afferrate il coltello.

Il gioco è appena iniziato.

Tornate nel bagno e cercate Teddy nell’acqua della vasca. Afferratelo con una mano ed esclamate trionfanti:

Ti ho trovato Teddy!

Ora pugnalatelo al petto, e ponete così fine al vostro turno.

Ora tocca a lui.

Lasciate cadere il peluche in acqua o sul pavimento, ma badate che il coltello sia ancora conficcato dentro il suo corpo inanimato. Apostrofatelo con:

È il tuo turno Teddy!

Scappate. Richiudetevi di nuovo la porta alle spalle e fuggite via. Recuperate la tazza d’acqua salata e portatela con voi. Attenti a non rovesciarne il contenuto. Mai.

In casa ci sono sempre buoni posti in cui nascondersi, sopratutto sotto un letto o dentro un armadio. Qualsiasi sia la vostra scelta, due sono le cose importanti: avere sempre la tazza d’acqua salata con sé e non uscire dal nascondiglio per nessuna ragione al mondo.

Non fate rumore, il vostro respiro deve essere il più debole possibile, non fatevi prendere dal panico. Lì fuori succederà di tutto. Passi leggeri si muoveranno per tutta la casa, il vostro cane comincerà ad abbagliare furiosamente, oggetti anche pesanti verranno spostati con rumori sordi, sentirete freddo, tanto freddo, ed un odore nauseabondo permeerà l’aria, tanto da farvi quasi vomitare. Forse vi sentirete anche toccare da mani invisibili, ed a volte queste stesse mani eteree vi strattoneranno con forza. Non abbandonate il vostro nascondiglio, finché non giungerà infine l’alba.

Sorseggiate l’acqua salata, ma assolutamente non bevetela. Tenetela in bocca più che potete e dirigetevi velocemente in bagno. Cercate Teddy. Non è detto che sia dove l’avete lasciato. Se non c’è, o c’è solo il coltello, cercate per tutta casa. Trovatelo. Ad ogni costo. Rovesciate mobili, se necessario, guardate in ogni angolo, dentro ogni cassetto, scrutate ogni anfratto possibile. Appena lo troverete, avvicinatevi e sputategli addosso per tre volte di seguito l’acqua salata che permea le vostre guance. Traete un respiro profondo ed esultate:

Ho vinto io, Teddy!

In realtà avete quasi vinto. Afferrate Teddy e dategli fuoco. Potete farlo anche all’esterno della casa, in un bidone o a terra, l’importante è che restiate a fissare il guizzo delle fiamme generate dal suo corpo senza vita fino alla fine, finché del vostro amico peloso non resteranno che cenere e fumo.

Ora avete vinto.

Teddy però potrebbe avercela a male con voi. Nelle settimane successive potreste udire voci sommesse provenire dal vostro nascondiglio, e qualcosa potrebbe venire a sfiorarvi la pelle mentre dormite. Il peggio però è passato.

Questo ovviamente se avete giocato correttamente e avete sconfitto Teddy. Se siete usciti dal nascondiglio prima dell’alba, o avete rovesciato la tazza d’acqua salata, beh…

Peggio per voi.

 

Teddy Bear sorriso

 


Giocherete a Nascondino da soli?

Mostra i risultati

Loading ... Loading ...
La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid