Riferendoci ad un gruppo di animali della stessa specie solitamente si usano, ad esempio, i termini branco, stormo, oppure mandria. Esistono però particolari animali che si definiscono in maniera unica, sopratutto in inglese. E voi, sapreste dire come si chiama un gruppo di gatti?

Un bel po’ di simpatici esponenti del gatto domestico si chiamano clowder, più o meno traducibile con soffici come le nuvole. Se invece di bei gattoni avete davanti dei cuccioli, allora si parla di kindle, prendere fuoco. Non chiedetemi il perché.

Uno stormo di corvi è detto murder, gli assassini, oppure unkindness, i crudeli. I corvi sono spesso associati alla morte per il loro manto nero: la leggenda vuole che in principio fossero tutti dorati, ma che si annerirono volando tra il fumo delle locomotive, attratti dal loro tipico fischiare.

Un gruppetto di buffi furetti si chiama business, ovvero ditta, forse perché sono molto socievoli e collaborativi.

I fenicotteri invece sono detti flamboyance, ovvero sfarzo ed ostentazione. I fenicotteri sono spesso simbolo di opulenza, e si riuniscono in colonie di migliaia di individui.

Gli iguana si riuniscono in mess, dei veri casinisti.

I lemuri sono soliti ritrovarsi in dummies, ovvero un gruppetto di tontoloni.

Un gruppo di pappagalli forma un pandemonium, un enorme pandemonio! Curiosità: mamma e papà pappagallo danno un nome ad ognuno dei propri figli, ed ogni esemplare del pandemonium impara ed usa quei nomi, esattamente come gli esseri umani.

I rinoceronti formano un crash, ovvero un bel po’ di schianti e collisioni. E per le incornate che si danno è un nome appropriatissimo.

Gli squali si riuniscono in shiver, traducibile con i terrificanti. Curiosamente, gli studi dimostrano che anche gli squali hanno amici tra i loro consimili, preferendo taluni esemplari ad altri nelle interazioni.

Gli storni volano in murmuration, ovvero i mormoratori. Un murmuration, in realtà, accoglie diverse specie di storni e a volte anche uccelli di altre famiglie.

Gli gnu corrono raccolti in implausibility, traducibile con un gruppo poco plausibile. Ogni anno 2 milioni di gnu si muovono durante la grande migrazione di fine primavera.

Gli schifosi scarafaggi formano un intrusion, un gruppo di intrusi.

I pipistrelli formano colonie enormi dette cloud, nuvole. Immagino sia sottinteso nuvole nere.

I cinghiali grugniscono in singular, ovvero singolarità. In realtà il nome deriva dal francese sanglier, che indica appunto i facoceri.

Le farfalle danzano nell’aria in kaleidoscope, un caleidoscopio di colori.

Le coccinelle, come se non fossero già abbastanze pucciose, si riuniscono in loveliness, ovvero leggiadria.

Uno stormo di gufi si riunisce in un parliament, un parlamento, probabilmente poiché spesso rappresentano la saggezza.

I fringuelli si riuniscono in charm, il fascino.

Le giraffe si ritrovano nel non molto originale tower, le torri.

Un gruppo di avvoltoi è detto wake, ovvero la veglia funebre. Se sono appollaiati sui rami si dicono commitee (il comitato funebre), volt (ciò che una volta fu vivo) o venue (il luogo designato), e se sono in volo kettle (i bollitori).

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid