Tag: Aforismi

I tre setacci

Prima di raccontarvi della storia dei tre setacci, urge un chiarimento. Su internet il testo viene spesso attribuito all’antico Socrate, ma nella realtà il discorso è tratto dal libro di Dan Millman La via del guerriero di pace, il cui protagonista è omonimo del sommo filosofo. Il testo dei tre setacci narra di come possano essere pericolosi i pettegolezzi e le parole non giustamente pesate.

 

 

I tre setacci

“Ascolta, ti devo raccontare qualcosa d’importante sul tuo amico.”

“Aspetta un attimo – lo interruppe Socrate – hai fatto passare ciò che mi vuoi raccontare attraverso i tre setacci?”

“Tre setacci?”, chiese l’altro meravigliato.

“Sì, mio caro. Prima di raccontare qualcosa agli altri, è bene prendersi il tempo di filtrare ciò che si crede di conoscere per i tre setacci: verità, bontà ed utilità. Il primo setaccio è quello della verità: sei convinto che tutto ciò che vorresti riferirmi sia vero?”

“In effetti no, l’ho solo sentito raccontare da altri.”

“Allora non sai se sia verità oppure menzogna. È almeno qualcosa di buono?”

L’uomo rispose esitante: “Devo confessarti di no, piuttosto il contrario…”

“Quindi le tue parole arrecherebbero danno al mio amico, anche se potrebbero essere menzogne. Ti sei chiesto a che serva raccontarmi queste cose sul mio amico? Serve a qualcosa?”

“No davvero, Socrate.”

“Allora – concluse il saggio – Se ciò che mi vuoi raccontare non è vero, né buono, né utile, perché volevi raccontarmelo?”

 

Grazie a Giuseppe F. per la segnalazione.

Di più