Tag: USA

Il numero primo illegale

Nel sottobosco di internet, quello fatto da hacker e fuorilegge digitali, lo scambio di informazioni illegali è cosa comune. Ma è possibile che anche un semplice insieme di numeri, come la vostra data di nascita, sia fuorilegge?

Il numero primo illegale è un codice numerico la cui diffusione o il solo possesso sono illeciti. Questa enormi cifre sono in pratica la controparte codificata di un crack, o un programma, o una canzone, che sebbene di per sé non rappresentino altro che una lunga lista di numeri, si rivelano in realtà potenzialmente convertibili in materiale protetto da copyright. Qualsiasi informazione elettronica può essere ridotta ad una semplice sequenza di 1 e 0, per permetterne l’interscambio tra diversi dispositivi, ma si può scegliere, ad esempio, di associare un codice colore ad un singolo pixel di un’immagine, o un codice standardizzato per visualizzare un simbolo in una pagina web. Se ad esempio volessimo disegnare il segno del copyright in HTML, ci basterebbe scrivere © nel codice di una pagina web ed il browser ci mostrerà ©.

La storia dei numeri illegali primi nasce a seguito delle vicende giudiziarie di DVD Jon, ovvero Jon Lech Johansen, un programmatore norvegese che nel 2002 sviluppa DeCSS, software che permette di aggirare le protezioni DRM di un DVD rendendone possibile la visione su qualsiasi tipo di lettore compatibile.

Già l’anno prima, nel 2001, il matematico e programmatore Phil Carmody cerca di trovare una scappatoia, almeno teorica, che possa permettere di distribuire un software illecito senza infrangere nessuna legge. Sembra paradossale, ma la soluzione sta proprio nel ridurre un programma al minimo essenziale: diverso tempo dopo Carmody sviluppa un codice numerico di 1.905 cifre che rappresenta il codice eseguibile di DeCSS.

4 93108 35970 28501 90027 57776 72390 76495 72849 07772 15020 86320 80750 18409 79262 78850 97658 86455 78020 13660 07328 67954 47341 12831 73536 78312 01557 53598 19785 45054 81157 19393 45877 33003 80099 32619 50587 64525 02382 04081 10189 88504 26151 76579 94170 42508 89037 02911 90158 70030 47943 28260 73821 46954 15703 30227 98755 76818 95601 62403 00641 11516 90087 28798 38194 25827 16745 64774 81668 43479 28464 58092 91315 31860 07001 00433 53189 36319 34391 29486 04450 37099 19800 47709 46292 15581 80711 16915 30318 76288 47787 83541 57593 28910 93295 44735 08818 82465 49506 00050 19006 27470 53053 81164 27829 42674 74853 49652 57453 68151 17065 50281 90555 26562 21353 14631 04210 08662 86797 11444 67063 66921 98258 61581 11251 55565 04813 42076 86732 34076 55054 85910 82695 62666 93066 23679 97021 04812 39656 25180 06818 32365 39593 48395 67535 75575 32461 90234 81064 70098 77530 27956 18689 29253 80693 30520 42381 49969 94545 69457 74138 33568 99060 05870 83218 12704 86113 36820 26515 90516 63518 74029 01819 76939 37677 85292 87221 09550 41292 57925 73818 66058 45015 05525 02749 94771 88312 93104 57698 09091 53046 13359 41903 02588 13205 93227 74443 85255 04667 79024 51869 70626 27788 89197 95804 23065 75061 56698 34695 61779 78796 59201 64405 19399 60716 98111 26151 95610 27628 32339 82579 14233 21726 96144 37443 81056 48552 93488 76349 21030 98870 28787 45323 31325 32122 67863 32837 02792 50997 49969 48877 59369 15917 64458 80327 18384 74023 59330 20374 88850 67557 06587 91946 11341 93230 78148 54436 45437 51132 07098 60639 07464 17564 12163 50423 88002 96780 85586 70370 38750 94107 69821 18376 54992 05204 36825 58546 42288 50242 99633 22685 36912 46485 50007 55916 64024 72924 07164 50725 31967 44999 52944 84347 41902 10772 96068 20558 13092 36268 37987 95196 61997 98285 52588 71610 96136 56178 07456 61592 48866 08898 16456 85417 21362 92084 66562 79131 47846 67915 50965 15431 01135 38586 20819 68758 36883 59557 78939 14545 39356 81996 09880 85404 76590 73589 72898 98342 50471 28918 41626 58789 68218 53808 79562 79039 97862 94493 97605 46753 48212 56750 12151 70827 37107 64627 07124 67532 10248 36781 59400 08750 54525 43537. – Numero primo illegale eseguibile di DeCSS in ELF Linux i386

Il lavoro di Carmody è stato pubblicato diverse volte, divenendo il simbolo dell’assurdità giuridica del DMCA (Digital Millennium Copyright Act) statunitense che vorrebbe la piattaforma di internet sotto controllo delle autorità per evitare la diffusione di materiale pirata.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

D&R: Da che deriva la frase: “Lei ha il diritto di rimanere in silenzio e qualsiasi cosa dirà potrà essere usata contro di lei in tribunale”?

In un qualsiasi serial poliziesco ambientato negli USA arriva prima o poi l’arresto del sospettato di turno. Che sia un brutale assassino o un semplice topo d’appartamento, il momento in cui la polizia riesce a prenderlo è certamente emozionante. Ed ogni volta c’è sempre un poliziotto che recita al brutto ceffo un testo che nella sua interezza è così:

Lei ha il diritto di rimanere in silenzio. Qualsiasi cosa dirà o farà potrà e sarà usata contro di lei in tribunale. Ha diritto ad un avvocato. Se non può permettersi un avvocato, gliene sarà assegnato uno d’ufficio. Ha compreso questi diritti così come le sono stati letti?

Questo avviso prende il nome di Miranda Warning ed è stato sviluppato per rispondere ad un processo del 1966, Miranda contro lo Stato dell’Arizona, 384 U.S. 436.

Ernesto Arturo Miranda viene arrestato nel marzo del 1963 con l’accusa di furto a Flagstaff, in Arizona. Successivamente, interrogato dalla polizia, confessa di aver sequestrato e stuprato una diciottenne appena due giorni prima e la ragazza, contattata dagli ispettori, lo riconosce. Al processo l’accusa usa contro Miranda la confessione ed il riconoscimento da parte della vittima, riuscendo a farlo condannare dai 40 ai 60 anni per entrambi i capi d’accusa (rapimento e violenza carnale).

L’avvocato d’ufficio messo a disposizione di Miranda, John J. Flynn, ricorre in appello alla Corte Suprema dell’Arizona che conferma la sentenza espressa dal precedente processo. Flynn, però, pur riconoscendo il suo assistito colpevole, costruisce un insolito programma difensivo: Miranda, in pratica, non ha specificatamente richiesto di volere un avvocato, e pertanto le prove raccolte dalla sua confessione fino al processo dovrebbero essere considerate nulle.

Il caso solleva un vespaio legale, e finisce nelle mani della Corte Suprema degli Stati Uniti, che da’ ragione a Flynn. Il 13 giugno 1966 sentenzia che qualsiasi dichiarazione di un accusato (in arresto o in custodia cautelare) sia non valida ai fini di un processo se quest’ultimo non ha compreso che ha il diritto di restare in silenzio e ad un avvocato. Il soggetto, fondamentalmente, deve sempre e comunque dichiarare esplicitamente di aver compreso i propri diritti ed eventualmente il proprio volere di rinunciarvi.

Miranda viene così riprocessato sulla base della nuova decisione, che esclude la confessione ed il riconoscimento da parte della vittima di stupro, e condannato a solo 20 anni sulla base delle altre prove raccolte. Una volta uscito dal carcere, diviene una sorta di celebrità, firmando i Miranda Warning che gli agenti di polizia portano con sé, almeno finché non viene raccolto dalle autorità il 31 gennaio 1976, sdraiato sul pavimento di un locale, ucciso durante una rissa.


Hai anche tu una domanda a cui non sai dare risposta? Inviacela e potresti vederla pubblicata sul sito!

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Bloop – Il mistero degli abissi

La criptozoologia è una disciplina, ad oggi considerata pseudoscienza, che si occupa della ricerca e dello studio di specie animali la cui esistenza non è ancora stata provata scientificamente, ma della quale esistono indizi e prove circostanziali. Se siete convinti che i racconti e gli indizi raccolti sul Bigfoot, il Diavolo del Jersey o la Bestia del Gévaudan siano sufficienti a dimostrarne l’esistenza, forse avete ragion. Per la maggior parte degli studiosi poco più che una scienza da salotto, buona solo per dare adito a chiacchiere e folklore locale, la criptozoologia in realtà ha portato alla scoperta di animali come il calamaro gigante e quello colossale, ritenuti fino a pochi secoli fa solo il frutto della fantasia di marinai ubriaconi. Tra i vari indizi raccolti dalla criptozoologia, ve ne sono molti provenienti dalle profondità degli abissi, come nel caso del suono Bloop.

 

 

Bloop è il nome dato ad un suono di frequenza ultrabassa registrato dal NOAA (l’agenzia federale statunitense che si interessa della meteorologia) nell’estate del 1997 al largo del Sudamerica. Bloop viene captato numerose volte dall’idrofono autonomo dell’Oceano Pacifico Equatoriale, parte del progetto SOSUS, un sistema complesso di sensori creato per scovare i sottomarini sovietici durante la guerra fredda.

 

Salì rapidamente in frequenza nell’arco di circa un minuto e fu sufficientemente forte da poter essere captato da molteplici sensori, fino ad un raggio di 5.000 km. – Descrizione di Bloop del NOAA

 

Il dottore Christofer Fox del NOAA dichiara che non può essere di origine umana, come una bomba o un sottomarino, ma piuttosto il verso di una creatura degli abissi: in base alla frequenza, dovrebbe trattarsi di un animale enormemente più grande della balenottera azzurra, all’incirca un centinaio di metri.

 

 

L’origine di Bloop è ancora oggi al centro di numerose dispute, che teorizzano possa trattarsi, oltre del già citato animale sconosciuto, di un vulcano sottomarino o della semplice frattura dei ghiacci antartici.

Quel che è certo è che se siamo riusciti a librarci nel cielo, a raggiungere la Luna e oltre, quello che si trova negli abissi del nostro pianeta è ancora avvolto dal mistero.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

Illuminati – Il gioco del Nuovo Ordine Mondiale

Steve Jackson è un famoso autore di giochi da tavolo, noto al grande pubblico per la serie di giochi di carte Munchkin e le regole per giochi di ruolo GURPS, pubblicati dalla sua casa editrice Steve Jackson Games. Nel 1982 crea Illuminati, basato sulla trilogia di romanzi Illuminatus! scritti da Robert Anton Wilson e Robert Shea a partire dal 1975. Illuminati è una visione umoristica delle teorie del complotto, che spinge il giocatore a cercare di dominare il mondo amministrando un’onnipotente società segreta dalle radici millenarie. Nel gioco originale (negli anni si susseguiranno numerose espansioni) le organizzazioni sono sei: gli Illuminati di Baviera, la Società della Discordia, gli Gnomi di Zurigo, gli UFO, i servi di Cthulhu ed il Triangolo delle Bermuda.

 

Sebbene sia solo un gioco di carte, e per di più umoristico, le carte hanno anticipato molti degli eventi che hanno sconvolto il mondo, dagli attentati dell’11 settembre all’incidente nucleare di Fukushima Dai-ichi. Tutto sembra così dettagliato che del caso si interessa anche la CIA, che fa visita a Steve Jackson alla ricerca di un file chiamato Illuminati BBS.

La mattina del 1° marzo 1990, senza preavviso, una squadra armata di agenti dei Servizi Segreti USA – accompagnata dalla polizia di Austin e da almeno un civile “esperto” della compagnia telefonica – ha occupato gli uffici della Steve Jackson Games, e ha cominciato a cercare le attrezzature informatiche. È stata perquisita anche la casa di Loyd Blankenship, l’autore di GURPS Cyberpunk. Una grande quantità di materiale è stato sequestrato, tra cui quattro computer, due stampanti laser, alcuni dischi rigidi e molte altre periferiche. Uno dei computer era quello su cui era installato il file Illuminati BBS. – Commento della Steve Jackson Games al Raid della CIA

Che Illuminati sia solo un gioco, o un premonitore di ciò che dobbiamo aspettarci, lo lascio decidere a voi.

 

 

Va anche fatto notare che il logo stesso della Steve Jackson Games è rappresentato da una piramide con un occhio al centro, simbolo stesso degli Illuminati.

 

 

Chi è quindi davvero Steve Jackson? Un geniale autore di giochi da tavolo che ha saputo sfruttare al meglio l’eco mediatica che avrebbero generato i suoi controversi lavori, o un servo del nuovo ordine mondiale pronto a rivelarci la storia che verrà?

Io, personalmente, mi affido per la risposta alla carta Atomic Monster: per quanto una persona possa credere con tutte le proprie forze nelle teorie del complotto, dubito che accetterebbe l’idea che gli Illuminati, un giorno, ci scateneranno contro Godzilla.

 

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

D&R: Quanto pesa una nuvola?

Ai bambini piace sdraiarsi a guardare il cielo. Con le loro piccola dita cicciotte indicano le nuvole, e ci rivedono di tutto, dagli unicorni a Batman. Le nuvole passano via leggere nell’aria, fluttuano, si fondono e si scompongono, in un’eterna danza di vapore acqueo. Forse spinta dai ricordi di un’infanzia con gli occhi all’insù, Peggy LeMone, scienziata del National Center of Atmospheric Research di Boulder, in Colorado, è andata un po’ oltre la fantasia, porgendosi una semplice quanto inaspettata domanda: quanto pesa una nuvola?

Prima di cominciare, facendo un po’ di calcoli “empirici”, LeMone prova a quantificare un’unità di misura, un termine di paragone che renda bene l’idea: elefanti.

L’acqua contenuta in una piccola nuvola pesa circa 500 tonnellate o, se volete convertirlo in qualcosa di più familiare… pensate agli elefanti. Assumendo che un elefante medio possa pesare 6 tonnellate, possiamo dire che l’acqua all’interno di una nube cumulo equivale a circa 100 elefanti. Naturalmente l’acqua è formata da particelle infinitamente minori rispetto a un elefante. Non avevo alcuna idea di quanto potesse pesare realmente una nuvola, quando ho cominciato i miei calcoli. – Peggy LeMone

LeMone ha così scoperto che una nuvola temporalesca arriva a pesare circa 200.000 elefanti (1.200 t), niente in confronto ad una che genera un uragano, che può raggiungere i 40.000.000 di pachidermi (240.000.000 t), ovvero più di tutti gli elefanti del pianeta messi insieme, e probabilmente più di tutti quelli che hanno vissuto dagli albori della storia dei pachidermi sino ad oggi.

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

I bambini fantasma della San Antonio Railroad

A sud di San Antonio, Texas, c’è una piccola missione dedicata a San Giovanni da Capestrano, incastonata tra il San Juan Ditch e il Sixmile Creek, al centro del National Park Services. Non molto distante si trova una piccola intersezione tra la strada e le rotaie, un insignificante incrocio senza passaggio a livello, che è stato testimone di una delle più grandi tragedie degli Stati Uniti. Questa è la leggenda dei bambini fantasma della San Antonio Railroad.

Siamo a cavallo della seconda guerra mondiale, su un piccolo autobus giallo da una decina di posti che porta a casa i piccoli studenti della zona dopo una giornata di lezione. La scuola, diciamoci la verità, non piace a nessuno, sopratutto se si è ancora dei bambini: sempre in silenzio, o quasi, ad ascoltare la maestra di turno che rifila il solito noioso dettato. Certo non è sempre così, e la scuola spesso riesce a fare breccia nei cuori degli studenti forgiando, come si suol dire, gli uomini e le donne di domani, ma è innegabile che il ritorno a casa, con la torta di mele calda a raffreddarsi sul davanzale, è certamente uno dei momenti più felici della giornata di un bambino.

Tra la fetta di dolce fumante e la scuola c’è ovviamente il viaggio in autobus, che i piccoli affrontano gioiosamente. Qui l’autista non è come la maestra, ed un po’ di baccano dopo tante ore passate sui libri è concesso; e allora palline di carta che volano, il secchione che viene preso in giro dagli altri ed il tempo sembra volare. Quando, all’improvviso, il motore dell’autobus tossisce e si ferma di botto.

Sulle rotaie.

 

 

In un film ci sarebbe un silenzio infinito, con i bambini ammutoliti a guardare fuori dai finestrini; le facce cicciottelle schiacciate contro il vetro, a fissare increduli quell’enorme mostro metallico che si avvicina sbuffando a gran velocità. Poi il panico, le urla, i tentativi di scappare.

Ed infine lo schianto.

Il treno arriva veloce, troppo veloce per fermarsi in tempo, e trancia di netto lo scuolabus. Chi è seduto davanti viene letteralmente fatto a pezzi dall’impatto, e chi si trova dietro viene scaraventato via e rimane ucciso accartocciato dalle lamiere contorte del relitto giallo. Oltre all’autista, perdono la vita dieci bambini.

Si narra che la storia però non finisca qui. Le anime degli studenti sono ancora legati al luogo della loro dipartita per evitare che qualcun altro resti vittima della loro stessa sorte. Se si ferma l’auto in folle a pochi metri dall’incrocio, questa comincerà lentamente a muoversi, fino a superare i binari. E la strada è anche leggermente in salita. Sui cruscotti polverosi appaiono le impronte di manine, come se a spingere il veicolo siano dei piccoli fantasmi invisibili. Di notte appaiono luci lattiginose tra i binari, quasi a voler essere faro nella notte dei viandanti.

Ho messo l’auto in folle, ho tolto i piedi dai pedali e la macchina si è mossa! Ha superato subito le rotaie, saltando da un lato all’altro, portandomi fuori pericolo! Ero così eccitata, sono saltata fuori a controllare il retro dell’auto e c’erano delle piccole impronte! Chiare e marcate, e così piccole! I tratti erano così nitidi che si potevano vedere i palmi e le impronte digitali! Ho ripetuto l’esperimento, e ho trovato delle impronte anche sulle portiere posteriori! C’era anche un’impronta più grande delle altre! Forse quella dell’autista dello scuolabus? È quello che penso… – Brenda Pacheco, testimone oculare su mysa.com, sito di notizie della città texana di San Antonio

 

 

Sono in molti a credere che si tratti solo di una leggenda. L’unica tragedia simile in quegli anni è avvenuta nello Utah nel 1938, e non in Texas, dove è ambientata la nostra storia, che non trova riscontri nei quotidiani locali dell’epoca. Inoltre, come suggerisco alcune persone, la strada verso le rotaie non è in salita, lo sembra soltanto, anzi è leggermente in discesa di circa 2°, il che permetterebbe ad un’auto di scivolare agilmente oltre la tratta ferroviaria.

I dubbi restano, e se volete avventurarvi di persona a scoprire se la storia dei bambini fantasma di San Antonio è realtà o leggenda, poco distante trovate un altro luogo intriso di mistero, l’Espada Park Dam, dove al calar delle tenebre risuonano lugubri urla che gelano il sangue nelle vene.

 

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più

La legge è assurda per tutti

Diciamoci la verità, i processi negli Stati Uniti sono fatti per essere trasmessi al cinema o alla televisione: avvocati senza scrupoli che si oppongono alle accuse del magistrato di turno per salvare la vita ad un serial killer, giudici con la toga che scrutano tutti dall’alto in basso e naturalmente il giudizio finale dei giurati, quello che può decidere il destino dell’imputato. Tutto lascia a bocca aperta, come nel più classico stile Made in USA, ovvero fare sempre le cose nel modo più spettacolare possibile. Se Perry Mason e Law & Order vi hanno tenuto col fiato sospeso cercando di condannare pedofili, ladri ed assassini efferati, vediamo cosa ne pensate di queste leggi statunitensi veramente senza capo né coda. Ci tengo a precisare che al momento in cui scrivo sono tutte in vigore e legalmente applicabili.

 

 

In Pennsylvania è illegale per 16 donne convivere sotto lo stesso tetto, in caso contrario la casa viene considerata automaticamente un bordello. Lo stesso limite è di 8 in Tennessee e 5 in Ohio.

A Rochester, nel Michigan, i costumi da bagno devono essere ispezionati dal capo della polizia locale.

A Cleveland, in Ohio, è vietato alle donne indossare scarpe lucide che possano far vedere agli uomini il riflesso della loro biancheria intima.

Nello Utah è legale possedere armi nucleari in casa, ma non è permesso farle detonare.

In Alabama è vietato infilare un cono gelato nelle tasche posteriori dei pantaloni.

Nel Maine è assolutamente vietato solleticare il mento delle donne con uno spolverino.

In Kansas è vietato servire alcolici nelle tazze da the.

È illegale in Arizona avere più di due vibratori in casa, in Texas invece è illegale averne più di sei.

In Ohio è severamente vietato denudarsi davanti a qualsiasi opera d’arte.

In Connecticut è illegale chiamare un cetriolino così se non rimbalza a terra.

In Utah non si può trasportare un violino in una busta di carta.

In Georgia è fatto espresso divieto organizzare picnic in un cimitero.

In California è vietato entrare in una piscina in bicicletta.

In Kansas è vietato il sesso orale.

A Washington dare un passaggio ad una prostituta comporta il sequestro dell’auto.

In Iowa un bacio deve necessariamente durare meno di cinque minuti.

Nel Rodhe Island un matrimonio può essere dichiarato legalmente nullo se uno dei due partner è stupido. Quanti matrimoni sarebbero stati annullati se questa legge si estendesse al mondo intero?

In Iowa se un uomo ha i baffi non può baciare nessuno in pubblico.

A Tremonton, nello Utah, è vietato fare sesso in un’ambulanza in movimento. Se si viene scoperti, l’uomo viene lasciato andare, mentre il nome della donna viene pubblicato sul giornale locale.

Nel West Virginia, un uomo può fare sesso con un animale, ma solo se questo non pesa più di 18 chili.

In Florida è illegale fare sesso con un porcospino.

In Ohio non si possono eseguire arresti di domenica o il 4 di luglio (il giorno dell’indipendenza).

Nel New Jersey è vietato possedere un piccione viaggiatore.

In Alabama non si può giocare a domino la domenica.

In Kentucky è illegale dipingere un anatroccolo di blu per fini commerciali, a meno che non se ne vendano sei alla volta.

In Ohio è illegale dare da bere ai pesci.

Una legge varata nel 1912 nel Nebraska introduce pesanti regole da rispettare in strada. Ai guidatori di notte è richiesto di fermarsi ogni 150 metri, lanciare un razzo di segnalazione, aspettare otto minuti che la strada si rischiari e procedere molto attentamente.

In Alabama è vietata la lotta tra orsi, di qualsiasi specie.

Nel New Hampshire è vietato urinare guardando in alto, ma solo di domenica.

A El Paso, in Texas, i locali pubblici devono essere dotati di un numero adeguato di sputacchiere. Una legge simile era in vigore anche in Italia.

In Florida non è permesso rompere più di tre piatti o scheggiare più di quattro bicchieri al giorno.

Nell’Indiana è illegale allestire uno spettacolo di marionette per fini di lucro poiché ritenuto immorale.

Nell’Indiana un esercizio commerciale che vende alcolici non può smerciare anche il latte.

In Maine non è permesso lasciare le decorazioni natalizie appese oltre il 14 di gennaio.

Nel Kentucky è illegale girare con un’arma nascosta se questa supera i 6 piedi (182 centimetri).

In Florida è illegale l’acquisto e la vendita dei propri figli.

Nel Maine non è permesso lanciarsi da un aereo in volo.

In Massachusetts non è permesso barattare proiettili.

In Oklahoma i proprietari dei bar debbono impedire a qualunque costo che qualcuno dei presenti finga di fare sesso con un bufalo.

Nel South Dakota è legale sparare ai nativi americani sorpresi nella proprietà privata, ma solo se sono più di cinque.

In Tennessee è vietato il matrimonio interrazziale.

In Iowa i pianisti con un solo braccio non possono ricevere mai alcun tipo di compenso dalle loro interpretazioni.

Nel Wyoming fotografare conigli da gennaio ad aprile è illegale, a meno che non si abbia ottenuto uno specifico permesso.

A Mohave County, in Arizona, chi viene beccato a rubare del sapone si deve lavare ininterrottamente col suddetto finché non sarà completamente finito.

A Denver, in Colorado, è severamente vietato prestare l’aspirapolvere al vicino di casa.

A Pueblo, in Colorado, è illegale coltivare denti di leone.

Negli USA si è soliti servire un piccolo buffet a parenti ed amici durante una veglia funebre; in Massachusetts, però, questi non possono mangiare più di tre tramezzini a testa.

Nello stato di New York la legge prevede che in ascensore non si parli con nessuno, si tengano le mani congiunte e si guardi verso la porta.

In North Carolina è vietato cantare stonati.

In North Dakota è illegale addormentarsi indossando le scarpe.

In Pennsylvania è vietato cantare nella vasca da bagno. In doccia si può.

A Barre, in Vermont, i residenti hanno l’obbligo di lavarsi ogni sabato sera.

In Massachusetts è illegale far sedere un gorilla sul sedile posteriore dell’auto.

In Nebraska ed Ohio è vietata la caccia alle balene. Peccato che entrambi gli stati si trovino nel bel mezzo dell’entroterra.

In North Carolina è severamente vietato addomesticare elefanti a raccogliere cotone.

A Fountain Inn, in South Carolina, un cavallo può entrare in città solo se indossa dei pantaloni.

In Alaska è vietato guardare le alci mentre si vola su un aereo.

A Fairbanks, in Alaska, la legge vieta alle alci di fare sesso sulle strade pubbliche.

In Tennessee è fatto divieto assoluto di sparare da un’automobile in corsa a qualunque animale, tranne che alle balene. Superfluo far notare che il Tennessee non ha sbocchi sul mare.

 

La Bottega del Mistero
Alza il velo della realtà per portare alla luce curiosità, misteri, eventi grotteschi o divertenti. Ma sempre comunque affascinanti.
Di più
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: