L’ultima creazione SpotMini dei laboratori Boston Dynamics sembra uscita da un film di fantascienza. Cammina da sola, riconosce le porte chiuse e chiede aiuto agli amici quando è in difficoltà.

SpotMini non passa certamente inosservato. Potremmo definirlo un piccolo cane robot che se ne va scorrazzando di qua e di là, ma in realtà rappresenta il futuro della robotica. SpotMini cammina da solo, impara dai propri errori e ora sa aprire le porte.

 

 

Prima le signore

Nell’ultimo video pubblicato su YouTube da Boston Dynamics si vede uno degli automi arrivare davanti ad una porta chiusa e, non avendo modo di aprirla, si fa aiutare da un altro prototipo dotato di braccio mobile; quest’ultimo, da vero gentleman, gliela tiene anche educatamente aperta.

Il braccio meccanico si trova più o meno dove un vero cane avrebbe la testa – giusto per rendere le cose un po’ più inquietanti di quanto già non siano – ed è capace di afferrare oggetti, manipolarli e riporli con estrema delicatezza e precisione. SpotMini è alto 84 cm e pesa 30 kg, un cane particolarmente grosso e grasso. Che però sa aprire le porte come un velociraptor. 😁

 

Velociraptorptor Opening Door

 

Un cane molto, molto, inquietante

Se il video vi ha lasciato indifferenti, provate a dare un’occhiata agli SpotMini che giocano insieme, passano sotto i tavoli e caricano la lavastoviglie.

 

Condividi il tuo voto!


  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid