Siamo nel giugno del 2014. Un conservatore del museo di Manchester, Inghilterra, guarda allibito la parte posteriore di una statua egizia del dio della morte Osiride risalente al 1800 a.C. Quello che lo lascia perplesso non è l’oggetto in sé, ma il fatto che il giorno prima fosse girato di faccia, e che sia ruotato su sé stesso durante le ultime ventiquattrore: la statua, in pratica, si è mossa da sola. Riguardando le registrazioni delle videocamere di sorveglianza poi,

Continua a leggere